Danza 2019-20

MOVING WITH PINA

05 aprile 2020

TEATRO ROSSINI

Piazzale Lazzarini

IL FUNARO
MOVING WITH PINA
CRISTIANA MORGANTI

di e con Cristiana Morganti
produzione il Funaro – Pistoia
con l’appoggio e il sostegno della Pina Bausch Foundation – Wuppertal

Nella conferenza danzata Moving with Pina Cristiana Morganti, da più di vent’anni storica interprete del Tanztheater di Wuppertal, propone un viaggio nell’universo di Pina Bausch, visto dalla prospettiva del danzatore.
Com’è costruito un assolo? Qual è la relazione dell’emozione con il movimento? Quand’è che il gesto diventa danza? Qual è la relazione tra il danzatore e la scenografia? E soprattutto, come si crea il misterioso e magico legame tra l’artista e il pubblico? Eseguendo dal vivo alcuni estratti del repertorio del Tanztheater, Cristiana Morganti racconta il suo percorso artistico e umano con la grande coreografa tedesca e ci fa scoprire quanta dedizione, fantasia e cura del dettaglio sono racchiusi nel linguaggio di movimento creato da Pina Bausch.
CRISTIANA O IL TEMPO DELLE FIABE
di Leonetta Bentivoglio
Strega di mezzanotte o Alice nel paese degli incanti? Magamaghella o demonietto in forma di ballerina? Il meccanismo delle fiabe, che hanno il potere di sfuggire a un tempo convenzionale, appartiene a Cristiana Morganti, artefice e interprete del piccolo grande omaggio a Pina Bausch Moving with Pina. Cristiana, che più di vent’anni è una danzatrice solista del Tanztheater Wuppertal, ha in sé il segreto del tempo “bauschiano”: magico ed elastico, completamente soggettivo, che si restringe e si dilata senza subire imposizioni o norme.
È il tempo degli opposti che coincidono, dei cattivi che sono buoni e viceversa, delle maliarde che si trasformano in candide fanciulle, dei gesti sadici o aggressivi pronti ad aprirsi a squarci di tenerezza, dei corpi colmi di sensualità e passione che guardano in faccia la morte. Cristiana è così: una giocoliera dei contrari.
Provocante e sexy, eppure commovente nella sua innocenza, e intrepida nella capacità di esporre le zone più vulnerabili della propria umanità. Artista sensibile ed esperta, sa diventare in scena al tempo stesso una bambina e una signora. Il suo corpo è musicale, materno e accogliente, modellato dalle tecniche del balletto classico e forgiato dalla danza espressionista. Ma ha anche una comunicatività clownesca che rende subito complice lo spettatore, infondedogli una confortante leggerezza. Il suo Moving with Pina si auto-definisce una «conferenza danzata»: presenta estratti del repertorio del Tanztheater, decompone la struttura degli assoli, parla del rapporto tra emozione e movimento nelle coreografie di Pina Bausch. Insegna, spiega, trasmette. Però Cristiana non ha mai la supponenza di una conferenziera: è un’artista empatica, maliziosa e dotata di humour. Ha compreso veramente il mondo di Pina, vivendolo con la mente, le emozioni e con il corpo. Ma ce lo narra come se per noi fosse un ambiente naturale, “semplicemente” da ritrovare, e lei ci stesse conducendo, con amicizia e confidenza, dentro una genuina parte di noi stessi: un luogo riconoscibile e importante, abitato dal tempo dei sogni e delle fiabe.
CRISTIANA MORGANTI
Danzatrice e coreografa, si è diplomata in danza classica all'Accademia Nazionale di Danza di Roma e in danza contemporanea alla Folkwang Hochschule di Essen. In Germania ha lavorato con Susanne Linke, Urs Dietrich, Felix Ruckert e con la compagnia NEUER TANZ diretta da VA Wölfl e Wanda Golonka. Per approfondire lo studio della voce e la ricerca teatrale ha studiato con l'Odin Teatret di Eugenio Barba.
Dal 1993 al 2014 Cristiana Morganti è stata danzatrice solista del TANZTHEATER WUPPERTAL PINA BAUSCH. Ha partecipato a numerose creazioni e ha danzato in tutti gli spettacoli del repertorio, partecipando anche al film di Pedro Almodovar Parla con lei (2001) e al film di Wim Wenders Pina (2011). Nel 2010 Cristiana Morganti crea, in omaggio a Pina Bausch, la Conferenza Danzata Moving with Pina, presentata poi con grande successo in numerosi teatri italiani e recentemente anche in Germania, Cile, Spagna, Francia, Portogallo e Argentina. Nel 2011 ha ricevuto il Premio Positano Leonide Massine come Migliore Danzatrice Contemporanea dell’anno.
Tra le attività legate all’insegnamento Cristiana Morganti collabora con il Conservatoire Nationale Superieure de Paris e con l’Accademia D’Arte Drammatica Silvio D’Amico. Per il Conservatoire de Paris ha creato le coreografie: Out of twelve (2012), Sacré Printemps! (2013), Petit Rêve (2017). Per il suo spettacolo Jessica and me creato nel 2014 , che la vede interprete, autrice e coreografa, Cristiana Morganti ha ricevuto il Premio Danza & Danza come migliore Interprete/Coreografa 2014. Dopo una lunga tournée italiana, Jessica and me è stato presentato in oltre 30 città e Festival all’estero, tra questi: Dublin Dance Festival, la Biennale de la Dance de Lyon, Théâtre des Abbesses / Theatre de la Ville - Parigi , The Place - Londra, Festival Tanz Im August - Berlino, Dansens Hus - Stoccolma e Festival BIPOD - Beirut.
La creazione 2016, A fury tale (debutto al Festival Aperto di Reggio Emilia) è attualmente in tournée in Italia e all’estero. Per la compagnia ATERBALLETTO, Cristiana Morganti ha recentemente creato la coreografia Non sapevano dove lasciarmi….

Info

orari 21:00

domenica 05 aprile 2020



Biglietti

Settore A €27 Ridotto €21

Settore B €24 Ridotto €18

Settore C €20 Ridotto €14

Settore D €16 Ridotto €12

Settore E €10

Loggione €7,50

Map

Mail